Chiara Ferragni, l’imprenditrice digitale silura D’Amato: al suo posto arriva proprio lei

Grande decisione è quella che ha preso Chiara Ferragni, l’imprenditrice digitale ha deciso di lasciare da parte D’Amato e mettersi nelle mani di un’altra donna.

L’imprenditrice digitale Chiara Ferragni si trova a vivere un periodo molto difficile. Il tutto ha avuto inizio nel mese di dicembre con il pandoro gate sfociato poi anche nella crisi matrimoniale con il marito Fedez. In seguito, anche quella dell’agenzia il cui compito sarebbe stato quello di rilanciarla nel mondo del web ha deciso di abbandonarla. Insomma, un momento in cui sembra che le difficoltà non manchino affatto.

chiara ferragni licenzia d'amato
Chiara Ferragni licenzia D’Amato: al suo posto la mamma dell’influencer. Foto: Instagram, @chiaraferragni – stedo.it

Ma in suo soccorso è arrivato lei, una donna di cui si fida ciecamente e a cui ha deciso di affidare tutte le decisioni più importanti dell’azienda. Sembra infatti che D’Amato sia stato messo da parte e che al suo posto, a guidare Chiara Ferragni e quindi la sua azienda, ci sia un’altra persona. Ma di chi si tratta?

D’Amato silurato, ecco chi ha preso il suo posto

Questa è una notizia che, nel giro di poche ore, si è diffusa a macchia d’olio. Sembra infatti che Chiara Ferragni abbia deciso di farsi supportare da Marina di Guardo. La madre adesso non solo sarà al fianco della figlia da un punto di vista emotivo ma avrà anche un ruolo manageriale nella Sisterhood.

Ma di cosa si dovrà occupare la 62enne? Tramite un atto notarile che è stato stipulato la settimana appena passata, a Marina di Guardo è stata affidata la gestione del gruppo. Si tratterà quindi di ricoprire il ruolo di direttore generale della holding Sisterhood a cui fa capo l’intero patrimonio della figlia Chiara Ferragni.

ferragni dice addio a d'amato
Chiara si affiderà alla mamma. Foto: Instagram, @marinadiguardo – stedo.it

Insomma, il suo sarà un compito molto importante in quanto avrà la possibilità di licenziare e assumere personale, revocare e sottoscrivere i contratti di ogni tipo, chiudere ed aprire fidi, mettere le mani su conti bancari, presentare la società in giudizio e svolgere ogni altra pratica fiscale che le verrà assegnata.

In base a ciò che afferma il quotidiano Il Corriere della sera, potrebbe essere questo una sorta di commissariamento di Fabio D’Amato, il manager storico che da anni è al fianco di Chiara Ferragni e che è stato travolto, insieme all’imprenditrice digitale, dal pandoro gate.

La holding di cui adesso Marina di Guardo è a capo, durante gli ultimi anni è stato in grado di fatturare tra i 20 e i 25 milioni di euro. Inoltre alla holding in questione è legata anche la gestione del brand Ferragni e quindi tutto ciò che interessa i diritti di immagine dell’influencer.

Un gruppo che si occupa anche della gestione immobiliare, delle organizzazioni di campagna pubblicitarie, dell’attività di pubbliche relazioni. Ma anche della consulenza del settore della moda e delle attività editoriali in genere.

Impostazioni privacy