Disastri naturali ed emergenze: ecco come preparare un kit di sopravvivenza per essere sempre pronto

Tutti dovremmo essere sempre preparati ad affrontare disastri naturali e un modo è preparare un kit di sopravvivenza. Ecco come.

Negli ultimi tempi si sentono sempre più notizie di terremoti e disastri naturali che colpiscono improvvisamente e devastano tutto ciò che trovano davanti a loro. Ma ciò che è essenziale, oltre a mettere in salvo la propria vita, è essere previdenti e pensare anche ai giorni successivi al disastro. Bisogna essere preparati e bisogna farlo in anticipo.

come preparare kit di sopravvivenza
Un kit ben organizzato può aiutarti a sopravvivere in caso di disastro – Stedo.it

Essere preparati per un’emergenza è essenziale per garantire la sicurezza e il benessere della tua famiglia. Dopo un disastro naturale o un’emergenza, potresti dover sopravvivere da solo per diversi giorni, senza accesso a servizi di base come cibo, acqua e assistenza medica. I soccorsi potrebbero metterci giorni a ritrovarti, ecco perché un kit di emergenza ben preparato può fare la differenza tra la vita e la morte. Andiamo quindi a vedere come costruirne uno in modo efficace.

Elementi essenziali per il kit di sopravvivenza

L’acqua è fondamentale per la sopravvivenza. È la prima cosa che devi mettere nel tuo zaino di emergenza, quindi assicurati di avere almeno un litro di acqua per persona al giorno per diversi giorni, sia per bere che per i servizi igienico-sanitari. Inoltre, includi cibo non deperibile che possa durare per diversi giorni.

Le opzioni ideali includono cibi in scatola, barrette energetiche, frutta secca e altri alimenti a lunga conservazione. Non dimenticare salviette umide, sacchetti per la spazzatura e fascette di plastica per gestire l’igiene personale. Questi articoli aiutano a mantenere pulito l’ambiente e prevenire infezioni.

benefici del kit di sopravvivenza
Un kit di sopravvivenza deve contenere tutto ciò che può esserti utile se sei da solo dopo un disastro – Stedo.it

Una radio a batteria o a manovella, è essenziale per rimanere informati durante un’emergenza. Le comunicazioni possono essere interrotte e il tuo cellulare potrebbe non funzionare, quindi avere una radio ti aiuterà a ricevere aggiornamenti importanti. Inoltre, anche una torcia elettrica può servirti per illuminare gli spazi al buio.

Passiamo poi al kit di pronto soccorso completo, potresti farti male quindi è bene che tu abbia ciò che è necessario per tamponare le ferite. Un kit di soccorso base include bende, disinfettanti, cerotti, garze, pinzette, forbici e qualsiasi altro materiale medico di base. Aggiungi anche farmaci da prescrizione e da banco, come antidolorifici, farmaci antidiarroici e antiacidi. Metti nella tua borsa anche un fischio che può essere utilizzato per segnalare aiuto se sei bloccato o in difficoltà.

Altro elemento che dovresti mettere in borsa sono le maschere antipolvere che sono utili per filtrare l’aria contaminata da polvere, fumo o altre particelle nocive. Sono particolarmente importanti durante terremoti, incendi o altre emergenze ambientali. E ancora, teli di plastica e il nastro adesivo possono essere utilizzati per creare un rifugio temporaneo o per riparare danni strutturali. Possono anche essere utili per isolare aree contaminate.

Metti sempre nello zaino mappe locali che sono utili per spostarti in caso di evacuazione o per trovare risorse nelle vicinanze. Le comunicazioni GPS potrebbero non funzionare, quindi avere mappe cartacee può essere un grande vantaggio. Infine, un cellulare con caricabatterie e una batteria di riserva è fondamentale. Anche se le reti cellulari potrebbero essere sovraccariche, avere un telefono carico può fare la differenza.

Impostazioni privacy