Google, la decisione improvvisa provoca danni enormi: tutti i dati esposti, utenti nel panico

La decisione improvvisa di Google provoca danni enormi. Tutti i dati degli utenti sono esposti: ecco che cosa sta succedendo. 

La multinazionale di Mountain View aveva preannunciato circa un mese fa che avrebbe cambiato i termini del suo abbonamento a Google One. Parliamo di un abbonamento che offre parecchio spazio nel cloud con delle funzioni aggiuntive. Anche il prezzo tende a salire in base alle funzioni.

Google: novità espone dati utenti
La nuova funzione mette in pericolo i dati degli utenti – stedo.it

Tuttavia, la novità lanciata dall’azienda non riguarda il prezzo dell’abbonamento, bensì l’offerta delle funzioni aggiuntive rese disponibili per gli utenti. Ma andiamo a vedere la questione più nel dettaglio. Ecco cosa sta succedendo.

Google One novità: sicurezza degli utenti a rischio

In tal senso, è importante sottolineare che lo spazio in cloud rimane uguale, così come resta condivisibile con il medesimo numero di persone. L’utente però, per guadagnare alcuni vantaggi ne perde altri. In pratica, ciò che è preoccupante è che la sicurezza degli utenti diventa più vulnerabile.

È risaputo come la multinazionale americana stia puntando tantissimo sull’intelligenza artificiale, basti vedere le offerte proposte agli abbonati di Google One. Gli utenti, infatti, avranno diverse occasioni nell’usare l’IA di Gemini Ultra, dove la tecnologia sarà legata in particolare al miglioramento delle foto che vengono scattate con i cellulari e caricate sull’account.

Google One: novità abbonamenti
La funzione VPN di Google One non sarà più disponibile – stedo.it

Se da una parte l’IA rappresenta un grande vantaggio, dall’altra bisogna aggiungere che gli utenti con le nuove funzioni ci perdono in sicurezza. Oltre alla possibilità della spedizione gratuita delle foto stampate che sarà tolta, gli abbonati devono sapere che perderanno anche la VPN di Google, la quale non sarà più disponibile nemmeno a pagamento.

La VPN di Google sparirà in tutto il mondo perché per i programmatori e sviluppatori dell’azienda non vale più la pena offrirla agli abbonati in quanto erano in pochissimi a utilizzarla. Per questa ragione, quindi, la multinazionale ha optato per questo taglio, anche se limita in modo notevole la sicurezza degli utenti.

Come accennato in precedenza, non ci saranno cambiamenti per quanto riguarda il listino prezzi di Google One. Gli abbonamenti rimangono gli stessi e dipendono solo dalla quantità di spazio che viene acquistato. Questo però non vale per quanto riguarda il piano di abbonamento più caro, dove gli utenti dovranno pagare l’IA di Gemini Ultra e quindi ci sarà un notevole rincaro.

Nel dettaglio, l’abbonamento Basic costerà agli utenti 1,99 euro al mese; l’abbonamento Standard sarà di 2,99 euro al mese; mentre il pacchetto Premium sarà di 9,99 euro al mese. Le cose cambiando con l’abbonamento AI Premium che ha un costo di 21,99 euro al mese.

Impostazioni privacy