Sampierdarena, no man at work. Scoppia il caso

Molti cantieri aperi, ma non c’è nessuno al lavoro. Scoppia il caso a Sampierdarena. Tutto quello che sta succedendo.

A molti è capitato, percorrendo l’autostrada, di leggere cartelloni luminosi con la frase “men at work”, che in italiano significa “uomini al lavoro”. Per la nostra San Pier d’Arena si potrebbe mettere un bel cartellone con la scritta “No man at work”, cioè “nessunuomo al lavoro”.

Sampierdarena, caso cantieri
Cantieri aperti ma nessuno lavora, il caso di Sampierdarena – foto fonte: pixabay – stedo.it

Nella settimana dall’8 al 13 ottobre, la redazione del Gazzettino Sampierdarenese si è mossa nei vari cantieri della delegazione per scattare alcune foto e, senza troppa sorpresa, abbiamo notato che, in quasi tutti, i lavori sono fermi.

A quanto pare, la causa della sospensione dei lavori è legata al mancato pagamento nei confronti delle imprese che avrebbero dovuto lavorare per risolvere alcune criticità della zona. In via Daste la situazione è pressoché identica. La ditta che aveva in appalto i lavori è fallita ed ora si dovrà attendere le decisioni del Curatore fallimentare per assegnare ad un’altra azienda l’incarico per terminare l’opera. Per la palazzina di via Cantore, già della biblioteca Gallino e sede della redazione del Gazzettino Sampierdarenese, meglio stendere un velo pietoso. In altre zone i lavori vadano a rilento a causa di problemi tecnici dovuti al fatto che nell’ex scuola è stato ritrovato molto materiale a base di amianto ed è quindi stato difficile lo smaltimento. In somma, i cantieri ci sono, ma non si lavora.

Impostazioni privacy